Promosso da:
Partner istituzionale:
In collaborazione con:

news

STORIE DI COOPERATIVE

Sorge nel territorio di Campiglia Marittima il complesso turistico Le Corti di Montepitti. Un luogo di vacanza situato in un posto dove, per anni, e in parte ancora oggi, la fatica era una compagna costante di donne e uomini. Fatica nei campi: è un territorio prevalentemente agricolo. Fatica nelle cave: dal quale era estratto un marmo prezioso, tanto che fu utilizzato anche per realizzare il Duomo di Firenze. Ancora oggi, i vigneti della zona sono rinomati in tutto il mondo, come del resto l’olio. Le nuove tecnologie, tuttavia, hanno reso meno duro il lavoro degli agricoltori. Le cave, invece, sono abbandonate da tempo, anche se questa attività è ricordata attraverso il parco archeominerario di San Silvestro, all’interno del quale si trova il Museo del Minatore. Un luogo di fatica, certo, ma dove fin da tempi antichissimi era conosciuta l’arte del relax, grazie alle terme di Venturina, situate a poca distanza da Le Corti di Mentepitti. Questa sorgente di acqua calda (36° circa) era sicuramente conosciuta e frequentata dagli Antichi Romani, forse persino dagli Etruschi. A partire dalla metà del XIII secolo fu costruita un’apposita piscina per contenere il getto d’acqua. In sintesi, Le Corti di Montepitti si trovano in un luogo che racchiude due aspetti fondamentali della vita dell’uomo: il lavoro e il riposo.
Con il patrocinio di:
© Consorzio Italia Holiday
EMAIL: info@bitac.org
TEL 035-222901